PROGETTARE LE LUCI

LUCE: COME PROGETTARE L’ILLUMINAZIONE

La conoscenza tecnica per affrontare il progetto ILLUMINOTECNICO è fondamentale, bisogna soprattutto ascoltare necessità del committente, conoscere abitudini ed esigenze. Il compito di un buon progettista è definire l’identità luminosa degli ambienti, per renderli accoglienti e confortevoli.
Abitualmente le predisposizioni degli impianti consentono un sistema della luce standard, con un punto centrale e la possibilità di accogliere qualche lampada da terra. Invece il progetto illuminotecnico deve nascere insieme a quello architettonico, alla disposizione degli spazi e degli arredi. La luce non serve solo per vedere, ma per dare vita alla casa.

Bisogna logicamente assicurare un’illuminazione corretta nelle cosiddette aree funzionali: tavoli, aree lettura, home office ecc. – ma è sempre più forte la richiesta di spazi confortevoli e rilassanti che confermino la tranquillità e quotidianità degli ambienti domestici. L’obiettivo è illuminare, con i lumen corretti e con poca luce, solo negli spazi nei quali sia necessario.

bb_home90           bb_home93           bb_home92

Non esiste una specifica regola da seguire che consenta di arrivare ad un buon risultato; la proposta di design è il risultato di un mix di fattori e di soluzioni che tengono conto delle singole esigenze e richieste del cliente. Oggi è sempre più vero, anche grazie alla tecnologia che consente una grande varietà di fonti luminose –Led e non– tenendo conto della qualità e dei consumi; è quindi possibile soddisfare qualunque necessità a costi sostenibili.

Anche rispetto alla tipologia delle fonti luminose da utilizzare non vi devono essere dei preconcetti; nello spazio domestico potranno convivere luci decorative  con fonti luminose tecniche, ma la qualità complessiva e il posizionamento dovrà essere prevista in fase di progetto, in risposta alle esigenze degli spazi.

Si può dire che per avere un buon risultato si dovrà lavorare con attenzione sull’orientamento delle fonti luminose, sia rispetto alle aree funzionali che agli oggetti disposti in casa
Si dovranno prevedere dei veri propri scenari, nei quali i mix di apparecchi installati cambieranno intensità e diffusione a seconda dei momenti della giornata. In questo senso può essere di grande aiuto l’installazione di un sistema domotico che unisca regolazione manuale e automatica delle singole fonti luminose, controllando anche i consumi energetici.